Passa ai contenuti principali

Informazioni utili: cose da sapere prima di partire - prima parte

Vaccinazioni obbligatorie
Non ci sono vaccinazioni obbligatorie da effettuare per coloro che provengono dall’Italia.

Formalità valutarie e doganali: nessuna in particolare.
Non vi è limite all’importazione e all’esportazione di valuta, ma è obbligatorio dichiarare alla dogana la somma superiore ad un milione di Yen.

Le maggiori carte di credito sono accettate, mentre i bancomat potrebbero non essere utilizzabili. Si suggerisce di contattare la propria banca prima di partire, per evitare spiacevoli inconvenienti. Attualmente gli unici bancomat utilizzabili sono quelli che riportano la dicitura “CIRRUS”. È possibile utilizzarli negli uffici postali locali.

Si informano i connazionali che, a partire dallo scorso 19 aprile 2013, è  temporaneamente sospesa la possibilità di utilizzare le carte appartenenti al circuito “Maestro” per il prelevamento di denaro contante presso sportelli automatici (ATM).

 Benchè il pagamento tramite carta di credito presso gli esercizi abilitati è regolarmente garantito, si raccomanda comunque di portare con sé una congrua quantità di contante da cambiare in loco in caso di necessità.

Divieto di importazione: armi da fuoco e munizioni, insaccati (ad esclusione di quelli in tetrapack in vendita nei duty free shops delle aree transito), merci alimentari facilmente deperibili (quali ad esempio frutta fresca).

Limitazione di esportazione: piante in generale.

Viaggiatori con Animali (cani e gatti): vige la quarantena; per ulteriori informazioni consultare il sito www.maff-aqs.go.jp/english/index.htm.

Commenti

Post popolari in questo blog

Account iTunes Giapponese.

Ryuho Draft; la birra blu.

Ormai dal 2009 questa curiosa bevanda arricchisce le tavole dei nostri amici d'oltre mare.

Setsubun:

"Oni ha soto, fuku ha uchi"
Ogni anno il 3 di Febbraio in Giappone si festeggia il Setsubun.
Quest’antica festa nasce per celebrare la fine dell’inverono e l’arrivo della primavera e trova le sue origine nell’antico calendario lunare, dove in questo giorno veniva convenzionalmente indicato l’inizio dell’anno.

In molte città si organizzano matsuri ( feste tradizionali ) che variano da città e città, e i giapponesi compiono dei riti che possono apparire all’occhio occidentale un po’ curiosi!
Tra tutti i riti celebrati in questo giorno, il più famoso è il mamemaki, ovvero il lancio dei fagioli di soia per scacciare, dal nuovo periodo a cui si va incontro, le forze maligne e negative.

Il rito si svolge più o meno cosi:

Un membro della famiglia, lancia dei fagioli di soia tostati, addosso ad un altro membro della famiglia che indossa una maschera di Oni ( demone mitologico ), intonando una cantilena rituale "Oni ha soto, fuku ha uchi" che si può tradurre con “Il demon…